dal 2009
10 anni di noi con voi
Vai ai contenuti
nei tuoi tacchi
progetto di inclusione sociale
Laboratorio con Eraldo Moretto
Educazione alla sostenibilità e contrasto agli stereotipi

La provocazione fondamentale da cui nasce il progetto è quella di imparare a considerare e trattare le differenze come un metodo e non soltanto un contenuto sul quale convergere per generare e portare a piena maturità la sostenibilità, contrastando ogni tipo di stereotipo che sia di genere, di razza, di appartenenza sociale, ecc.

Le differenze di genere, laddove rispettate e valorizzate, sono infatti volano di innovazione e radicamento di una più alta qualità della vita, perché incidono positivamente nell’organizzazione del tempo e dello spazio, delle relazioni familiari e politiche, nella gestione del sistema economico-ambientale e nella progettazione ed esplicitazione dei processi decisionali di una comunità sociale, garantendo la possibilità di confrontare e mediare punti di vista e modelli di vita che fanno spazio alle esigenze specifiche di ciascuno e alla necessità di obiettivi convergenti.


Laboratorio “Nei tuoi tacchi”
Le potenzialità delle vesti, del trucco, delle acconciature sono infinite: costruiscono e decostruiscono un’identità, ricoprono il corpo occultandolo o esibendo gli aspetti più nascosti e sconosciuti.
Ognuno può individuare in questo gioco, la propria libertà di espressione e riconoscere l’altrui possibilità di manifestarsi in forme diverse dal quotidiano.
Ogni attore infatti, è necessitato ad interpretare ruoli diversi e quindi a “fare esperienza” di modi di agire, di sentire e di percepire realtà differenti dalla propria.

Il laboratorio si prefigge di scoprire la propria libertà di espressione attraverso le forme e i modi che i partecipanti vorranno mettere a disposizione, affiancati da un conduttore (o più di uno) che proporrà loro spunti di riflessione, esercizi teatrali e di ricerca personale e giochi.
La priorità non sarà quella di insegnare a recitare ma lo si farà, di non insegnare a truccarsi, ma lo si farà, di non insegnare a vestirsi, ma lo si farà: vuole essere cioè un’esperienza di divertimento puro, nella forma della più larga compartecipazione, per comprendere che l’altro è uguale a noi.

QUANDO
da febbraio a giugno: 1 volta  alla settimana (giorno da definire)
LUOGO
Tana di Messinscena a Buccinasco.
 
CHI CONDUCE
 
La conduzione sarà affidata ad un esperto teatrale, un'artista terapista ed un attore esperto nell’arte del trasformismo: Eraldo Moretto in arte “Cesira” il più rinomato artista per lo spettacolo drag queen a Milano e in Italia.
Eraldo Moretto
 
Eraldo Moretto ha debuttato come attore nel 1979 con il Teatro delle Erbe di Milano e ha collaborato con diverse compagnie, tra i quali: il Piccolo Teatro e Quelli di Grock.
 
Artista completo, con ben 30 anni di carriera come attore teatrale e fantasista, è oggi un riferimento del cabaret e del trasformismo in Italia. Vanta molteplici partecipazioni televisive, teatrali e cinematografiche, tra cui la collaborazione con la trasmissione leader degli ascolti nelle reti Mediaset, Striscia La Notizia”, “L’Almanacco del Gene Gnocco” e “Pomeriggio 5“, ha calcato per anni il palcoscenico dello storico “Zelig” e ha affiancato Enzo Iacchetti in “Velone”. Sicuramente un turbine spassoso di irriverenza e buonumore.
 
 
La Cesira è il personaggio che ha permesso a Moretto di raggiungere un pubblico vastissimo, grazie alla sua spontaneità, alla sua irriverenza e al suo modo unico di interagire con il pubblico durante ogni spettacolo. Si propone con coinvolgenti ed esilaranti spettacoli comici, colmi di allegria vestendo i panni delle diverse tipologie femminili esaltandone vizi e le virtù: dalla classica portinaia in perenne ricerca di un marito, alla vamp di periferia che sogna il suo red carpet. Il suo carattere esplosivo è, a detta sua, figlio della sua pluri-regionalità: origini venete e calabresi, con un vissuto milanese.
 
 
La sua idea nasce dall’esasperazione del personaggio femminile visto dall’ uomo, in maniera vistosa, ironica e divertente passando dai suoi difetti ai suoi pregi cogliendo i momenti e le situazioni che fanno della donna un essere unico.






Scarica la scheda tecnica del Laboratorio
messinscena associazione culturale
largo Brugnatelli, 5 Buccinasco (MI)
info@messinscena.it | www.messinscena.it
T. 02 48678342 | M. 335 6766461
p.iva 06864160962
MENU
Torna ai contenuti