dal 2009
10 anni di noi con voi
Vai ai contenuti
Il teatro per me…
messinscena
Pubblicato da Ilaria Bottaro in covid-teatro · 7 Aprile 2020
Prima di incontrare i Messinsceni avevo la mia idea di teatro: apertura, contatto con il pubblico, sfrontatezza, divertimento, svago, costumi e scenografie. La mia idea non era solo mia, per lo meno per alcuni di questi aspetti. Forse…
Se penso ai primi cerchi nelle lezioni di prova, molti di noi avevano pensato di iscriversi per vincere la timidezza, per parlare in pubblico, per avere più sicurezza, per non andare in apnea suonando la chitarra davanti a molti... Sono passati solo 5 mesi: da un punto di vista umano forse 2 anni. Per lo meno per me… questo mese di quarantena ha aiutato, si certo ma non più di quanto abbiano fatto il sorriso comprensivo di Carmela, le lacrime di Nicoletta e Marianna, Il figlio smarrito di Tullia, le gambe e i piedi di Carmela durante il training. Ogni volta che la vedo molleggiare nel training cambiando direzione repentinamente ma in modo fluido penso: si può fare! Oggi per me il teatro è introspezione, lavoro su di me, emozione… si emozione dove non lo aspetti che deve uscire e che non esce … almeno non sempre. Mi riesce con le parole, con gli scritti ma se deve sudare dalla mia pelle non esce o almeno non sempre. Ho sempre pensato di essere espressiva e aperta al mondo: il training e Carmela hanno ribaltato la prospettiva e le mie certezze. Ma veniamo a noi, all’adesso. Ho riletto la consegna di Carmela ogni mattina mentre scandendo dal letto camminavo a piedi scalzi, pensando ai miei piedi, provando a sentire i piedi per prendere ispirazione, mentre nel silenzio della casa passavo dal caldo parquet alle fredde piastrelle della cucina per prepararmi il latte.
 
Dove ho trovato dunque il teatro o meglio la mia idea di teatro in questo periodo? L’ho trovata in mio marito che suona la chitarra mentre le mie figlie cantano sul letto e i miei occhi diventano umidi per l’emozione. Si in questo caso l’emozione esce. E nelle calze… le calze pelose, rosso amore di Sveva, che la sera mi scaldano i piedi: le indosso dopocena e in questa vita senza soluzione di continuità diventano la sera, la calma, il porto sicuro che insieme alla tisana e ai film comici scaldano la mia famiglia radunata in cerchio come attorno ad un falò, come un gruppo di guerrieri stanchi...



messinscena associazione culturale
largo Brugnatelli, 5 Buccinasco (MI)
info@messinscena.it | www.messinscena.it
T. 02 48678342 | M. 335 6766461
p.iva 06864160962
MENU
Torna ai contenuti