dal 2009
10 anni di noi con voi
Vai ai contenuti
relazione attore-spettatore
messinscena
Pubblicato da Gabriele Sofia in teatro · 17 Dicembre 2019
Lo studio della relazione attore-spettatore può essere oggi approfondita alla luce dei nuovi modelli cognitivi. Questi modelli, legati in diversi modi alle proposte di embodied mind e alla neurofenomenologia introdotta da Varela negli anni ’90, hanno operato tre cambiamenti di paradigma fondamentali per lo studio della relazione teatrale: 1. esiste una connessione diretta tra percezione e azione; 2. la coscienza non è il risultato del lavoro del solo cervello ma può essere descritta come processo circolare tra essere umano e ambiente; 3. la descrizione dei processi cognitivi necessita il superamento della dicotomia logica tra interno e esterno.

Grazie a questi avanzamenti, lo studio della relazione attore-spettatore conquista dei nuovi concetti che ne raffinano l’analisi: l’intenzione dilatata, il body schema performativo, la co-costituzione dello spazio scenico, l’esperienza performativa dello spettatore.



messinscena associazione culturale
largo Brugnatelli, 5 Buccinasco (MI)
info@messinscena.it | www.messinscena.it
T. 02 48678342 | M. 335 6766461
p.iva 06864160962
MENU
Torna ai contenuti